Referendum Popolare del 28 maggio 2017

I cittadini italiani sono chiamati al voto nel giorno di domenica 28 maggio 2017 per la consultazione referendaria relativa ai quesiti:

1) Abrogazioni disposizioni limitative della responsabilità solidale in materia di appalti

2) Abrogazione disposizioni sul lavoro accessorio.

 

Avviso agli elettori residenti all'estero della possibilità dell'opzione di voto in Italia


Scade il 25 marzo 2017 il termine per gli elettori AIRE che volessero esprimere il loro voto in Italia


Gli elettori residenti all'estero in occasione di consultazioni elettorali a carattere nazionale, quali elezioni politiche e referendum nazionali, votano per corrispondenza nella circoscrizione Estero in cui si trovano: i loro nominativi vengono pertanto inseriti d'ufficio nell'elenco all'estero che riceveranno il plico postale per esprimere il loro voto.

Nonostante ciò e' possibile scegliere di poter esprimere il loro proprio voto in Italia, presso i seggi che verranno costituiti nel Comune di iscrizione elettorale, facendone espressa richiesta valida per la singola consultazione in oggetto.

Il termine tassativo entro il quale far pervenire alla Rappresentanza Consolare Italiana all'estero di competenza la propria opzione di voto in Italia e' il 25 marzo 2017.

L'opzione dovra' pervenire all'Ufficio consolare operante nella circoscrizione di residenza dell'elettore (mediante consegna a mano, o per invio postale o telematico, unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento d'identita' dell'elettore stesso che sottoscrive) entro il termine suddetto e può essere revocata con le medesime modalità ed entro gli stessi termini previsti per il suo esercizio.

Qualora l'opzione venga inviata per posta, l'elettore ha l'onere di accertarne la ricezione, da parte dell'Ufficio consolare, entro il termine prescritto.

Si ribadisce che eventuali opzioni esercitate in occasione di precedenti consultazioni politiche o referendarie non hanno effetto.

 

Opzione degli elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio  o cure mediche e dei familiari conviventi: termini, modalita’ e presupposti temporali.

Il diritto di voto nelle Circoscrizioni  Estere e’ esteso  - previa espressa opzione valida per un’unica consultazione – anche agli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio e cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi  nel quale ricade la data dello svolgimento della medesima consultazione nonche’ ai familiari con loro conviventi.

Allo scopo di garantire ed agevolare l’esercizio del diritto di voto e come gia’ avvenuto in occasione del referendum abrogativo e di quello costituzionale del 2016, i Comuni considereranno valide le opzioni che perverranno entro il 26 aprile 2017, cioe’ in tempo utile per la immediata comunicazione delle domande pervenute  al Ministero dell’Interno.

L’opzione dovra’ essere trasmessa al Comune per posta,  per fax al n. 0523 509997 o per posta elettronica certificata PEC:  comune.cadeo@sintranet.legalmail.it  o all’indirizzo mail: servizio.elettorale@comune.cadeo.pc.it oppure recapitata a mano anche da persona diversa dell’interessato sempre comunque   corredata da documento d’identita’ valido dell’elettore  e dovra’ contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale ed una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti di cui al comma 1 dell’art.4 bis, resa ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/2000.

 

MODULO D’OPZIONE ALLEGATO

 

Ultimo Aggiornamento: 05/04/2017 10.08.52